Pagine
PROGETTO NEW SUNRISE

Soggetto promotore/Titolare

  • Piano di Zona Ambito S8 (Amministrazione Capofila Comune Di Salerno)

Partners

  • Associazione La Tenda – Centro di Solidarieta’ Onlus (Capofila)
  • Comunità Emmanuel
  • Associazione zeus
  • Gruppo logos
  • Cooperativa Sociale Eolo
  • Cooperativa Sociale Aeropago
  • Cooperativa Sociale Olimpus
  • Cooperativa Sociale Oltre Il Giardino
  • Cooperativa Sociale Vita Più
  • Asl Sa2 Ser.T.
  • Ufficio Esecuzione Penale Esterna - Ministero della Giustizia

Background del progetto

Dai dati forniti dall’A.S.L/SA2 Distretto Sanitario 97 - Unità Operativa Tossicodipendenze Ser.T, Ambito territoriale S8, risulta che gli utenti iscritti nell’anno 2000 sono 2.506. Il fenomeno di maggiore rilievo è quello dell’elevata percentuale di disoccupati tra i soggetti ex tossicodipendenti ed ex alcolisti che hanno terminato il percorso riabilitativo. Ciò assume una connotazione ancor più preoccupante se si considera la consistente possibilità che lo stato di disoccupazione si prolunghi per lungo tempo, innescando l’ulteriore fattore di rischio della “ricaduta”. Pur riconoscendo nella creazione di cooperative sociali un tentativo di risposta al problema all’inserimento lavorativo dei soggetti in questione, va però registrato da un lato il loro lento processo di sviluppo e dall’altro la scarsa spinta all’integrazione tra le imprese sociali.

Destinatari del progetto

Ex tossicodipendenti ed ex alcolisti che hanno terminato il programma terapeutico riabilitativo o che sono in una fase finale del percorso riabilitativo.

Obiettivi generali del progetto

Il progetto New Sunrise mira ad attivare il reinserimento sociale e lavorativo attraverso lo sviluppo in senso imprenditoriale di servizi al territorio ed alla comunità. In particolare, il progetto punta all’integrazione lavorativa da ottenersi attraverso l’utilizzo di un modello di esperienza lavorativa/produttiva e tutoraggio che coniuga l’approccio cooperativistico con quelli dell’autoimprenditorialità e della flessibilità provenienti dal mercato del lavoro. In tale ottica, diviene decisiva la collaborazione con cooperative sociali – specializzate nell’accompagnamento all’inserimento lavorativo – che adottano metodologie e modelli operativi e che promuovono l’integrazione tra il processo di crescita personale e quello professionale dei destinatari.

Obiettivi specifici del progetto

  • Gli obiettivi specifici del progetto sono i seguenti:
  • Orientare e formare i destinatari al lavoro;
  • Offrire loro sostegno psicoeducativo e motivazionale;
  • Favorirne l’acquisizione di abilità tecnico-professionali, legate all’apprendimento di un metodo di lavoro;
  • Promuovere il recupero dei gap formativi e culturali dei destinatari, nonché lo sviluppo di competenze trasversali (es. l’uso del PC, della lingua inglese) spendibili nei diversi contesti lavorativi;
  • Offrire ai destinatari un sostegno al reddito, valorizzando la pluralità degli strumenti contrattuali disponibili e delle opportunità di contributi (es. contratti di formazione e lavoro, di apprendistato, reddito minimo di inserimento, reddito di cittadinanza, ect).
  • Avviare l’inserimento lavorativo dei destinatari.

Descrizione delle modalità di attuazione del progetto

Il progetto ha una durata complessiva di 12 mesi, e le sue Azioni sono suddivise come segue:

a) AZIONE DI AVVIO
b) AZIONE DI FORMAZIONE
c) AZIONE DI IMPLEMENTAZIONE
d) AZIONE DI VALUTAZIONE

a) AZIONE DI AVVIO (coinvolgimento di tutti i partner)
In questa prima azione prevista dal progetto sono da considerare le seguenti attività: incontri fra i partner, predisposizione del setting dei laboratori per le attività di tirocinio, aggancio/contatto con i destinatari del progetto

b) AZIONE FORMATIVA (coinvolgimento delle associazioni partners e delle cooperative)
Nell'ambito delle attività formative il percorso di crescita seguito dal gruppo bersaglio riguarderà allo stesso tempo l'ambito personale come quello professionale. Da qui l'esigenza di individuare due distinti percorsi che, anche se accomunati da un unico obiettivo, sono comunque differenziati in relazione alle esigenze che si propongono di raggiungere.
Percorso di crescita personale

  • Un periodo di orientamento nel corso del quale, attraverso colloqui individuali come di gruppo, il singolo soggetto avrà la possibilità di capire le sue attitudini e quindi avrà maggiori possibilità di scegliere nella maniera più opportuna il percorso professionale a lui più consono, caratterizzerà l'avvio del percorso di crescita personale. In una fase immediatamente successiva le attività formative mireranno ad attivare un processo di auto promozione.
  • Percorso di formazione al lavoro
    Nell'ambito di tale percorso, punto di partenza nonché di arrivo sarà l'esperienza sul campo, che i destinatari del progetto, supportati da tutor del lavoro, potranno concretamente fare. Sarà comunque centrale anche l'aspetto formativo tramite:
  1. attività di formazione;
  2. partecipazione a momenti seminariali di gruppo;
  3. seminari.

Con il supporto dei tutor si stabilisce un PERCORSO individualizzato per ciascun destinatario, un’attività formativa per un totale di 200 ore che prevede seminari ed approfondimenti teorici, anche con il supporto di docenti esperti del mercato del lavoro e dell’imprenditoria sociale. All’attività formativa parteciperanno tutti i destinatari del progetto, precedentemente selezionati ed individuati, per un massimo di 20 soggetti.

c) AZIONE DI IMPLEMENTAZIONE NEI SERVIZI DELLE COOPERATIVE PARTNER
16 dei destinatari del progetto saranno inseriti nei laboratori dei diversi servizi realizzati dalle realtà aderenti al progetto stesso, attraverso dei tirocini formativi, 25 ore a settimana per un periodo di 9 mesi.
I settori produttivi ed i servizi in cui operano le cooperative partner ed in cui saranno inseriti i destinatari per le attività di tirocinio sono i seguenti:

  • manutenzione del verde e giardinaggio;
  • artigiano (lavorazione del vetro, della ceramica, del legno);
  • catering e ristorazione;
  • agricoltura e zootecnia;
  • operatore sociale.

d) AZIONE DI VALUTAZIONE (a cura di tutti i partners)
-Verifica del progetto
Per valutare l’efficacia del progetto intende tener conto e considerare i seguenti elementi:

  • apprendimento dei destinatari
  • grado di soddisfazione dei destinatari
  • grado di soddisfazione della cooperativa
  • grado di soddisfazione dei clienti del servizio

Saranno utilizzati i seguenti strumenti:

  • questionari
  • report attività
  • schede

Verifica dei destinatari del progetto

Il progetto prevede diversi momenti di verifica che andranno ad attestare l'avvenuto percorso di crescita personale come professionale. Le attività di verifica si andranno ad espletare tramite:
Gruppi di verifica o colloqui individuali nel periodo della formazione e del tirocinio formativo.

Attività realizzate Luglio 2007
Inizio attività da novembre 2006, con incontri preparatori a partire da settembre 2006.
Azione di avvio - coordinamento:

  • incontri fra i referenti del partenariato appartenenti al Terzo Settore;
  • incontri fra i referenti partenariato al completo;
  • incontri fra gli educatori per l’individuazione dei criteri da utilizzare nella selezione dei destinatari, per la stesura dell’avviso per la manifestazione di interesse a partecipare al progetto, per la preparazione delle selezioni, per stabilire il percorso formativo

Azione di formazione:

  • presentazione dell’avviso dei partners ai propri destinatari;
  • segnalazione di candidati destinatari da parte dei partners;
  • incontro fra tutti i partners per una prima pre-selezione;
  • manifestazione d’interesse al progetto da parte di circa 60 candidati, avvenuta attraverso domanda scritta con allegato curriculum in formato europeo;
  • seconda pre-selezione, in base al materiale da manifestazione d’interesse;
  • selezione, con la partecipazione di circa 30 candidati; la selezione ha avuto due momenti: uno consistente in un elaborato scritto sulle motivazioni al progetto, l’interesse per un discorso di inserimento lavorativo; l’altro in un colloquio/incontro che vedeva coinvolti un esponente del pubblico, uno del privato, e un candidato, a enfatizzare il carattere multisettoriale del progetto;

A Marzo 2007 ha avuto inizio il percorso formativo, che vede attualmente impegnate 11 persone, e ha avuto i seguenti i momenti:

  • presentazione del progetto in dettaglio;
  • presentazione del partenariato;
  • attività di orientamento e bilancio di competenze;
  • approfondimenti su cooperazione e aspetti legislativi;
  • attività di gruppo e momenti di confronto;
  • corso di informatica – i fondi del progetto hanno consentito, per ciascun destinatario, l’acquisto delle card per la registrazione di tutti gli esami della Patente Europea, nonché la copertura delle spese per il sostegno di un esame per l’acquisizione di due moduli di detta Patente;
  • momenti formativi a cura del SERT

Il 14 giugno 2007 sono cominciati i tirocini formativi che prevedono, per ciascun destinatario, borse lavoro per 600 Euro lordi mensili per 9 mesi. I soggetti sono impegnati dal lunedì al venerdì per 5 ore al giorno per un massimo di 25 ore alla settimana, con una modalità di frequenza flessibile all’interno della giornata lavorativa, caratteristica sempre più richiesta dal MDL. In particolare, i destinatari, a seconda delle inclinazioni, sono state così suddivise tra i partners:

  • Coop. EOLO: 3 persone attività laboratoriali/artigianali (legno, gestione del laboratorio);
  • Coop. Aeropago: 2 persone impegnate in attività di cucina e catering;
  • Coop. Oltre Il Giardino: 2 persone impegnate in attività di segreteria/attività di giardinaggio;
  • Coop. Olimpus: 2 persone impegnate in attività di segreteria;
  • Coop. Vita Più: 1 persona impegnata in attività di zootecnia;
  • Gruppo Logos: 1 persona impegnata in attività di segreteria.


Cooperativa Sociale “Aeropago” a r. l.: Sede Operativa: Via C. Capone, 59 84100 Salerno. Tel: 089 481820; fax: 089 482058